venerdì 26 giugno 2020

Cattivi come noi / Clotilde Perrin

Cosa ne pensate di un libro che ha per protagonisti solo i cattivi?


In questo libro troviamo tre cattivi per antonomasia - il lupo, l'orco e la strega - che si mettono letteralmente a nudo.
La struttura è molto semplice: uno alla volta i protagonisti danno un ritratto di sé svelando addirittura i loro segreti più intimi come i punti forti e i punti deboli, i giochi preferiti e i segni particolari.
Ogni protagonista regala una favola in cui è presente: Il lupo e i sette capretti, Jack e il fagiolo magico e Aliochka e la Baba Jaga (che onestamente non conoscevo).
Ma sicuramente il pezzo forte del libro è proprio la parte in cui i protagonisti si possono scoprire poco a poco alzando le linguette per trovare non solo cosa portano sotto pelliccia e vestiti ma addirittura cosa contengono le loro pance!
Scopriamo così che il lupo ha nella sua pancia i personaggi che si è pappato nella varie favole,  l'orco è ricoperto di tatuaggi dei cibi che più ama (ma non sottovalutiamo il set completo di coltellacci affilati sempre pronti all'uso nel taschino interno) e la strega sotto il suo mantello nero nasconde mele avvelenate e dolci per bambini un po' sprovveduti.


Ho trovato questo albo dalle dimensioni generose davvero molto bello e divertente soprattutto perchè regala una nuova immagine di questi cattivi, non un'immagine buona ma un'immagine più "intima" grazie ai segreti che ci svelano loro stessi.
Il libro è ricco di particolari da scoprire e vedrete che niente è lasciato ma è davvero tutto molto ben studiato per dare una visione a tutto tondo del cattivo di turno.
L'albo è molto grande e non molto maneggevole nel senso che per una lettura nel letto prima di dormire è un po' scomodo ma sicuramente molto bello da leggere sdraiati sul tappeto!

Cattivi come noi
Clotilde Perrin
Edizioni Franco Cosimo Panini
€ 18

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

venerdì 19 giugno 2020

Non sono tua madre / Marianne Dubuc


La prudenza è tutto per Otto, uno scoiattolo non molto curioso che vive su un grande albero in una foresta antichissima.
Una mattina sulla soglia di casa trova una palla verde piena di spine ma, non essendo uno scoiattolo curioso, la lascia lì dove si trova. La palla resta immobile tutto il giorno ma verso sera si apre lasciando sbucare un essere minuscolo, bianco, tondo e pelosetto che appena vede Otto esclama: Mamma!
Otto mette subito le cose in chiaro: non è lui la sua mamma!
Ospita il piccolo essere in casa sua per la notte, convinto che il giorno seguente la sua mamma verrà a cercarlo. Ma la mattina dopo ha una sorpresa: lo strano animale è triplicato di volume!
Dopo colazione Otto si mette alla ricerca dalla mamma, chiede a tutti i vicini ma nessunio sembra aver mai visto la palla verde né tantomeno la madre della palla verde.
Il mattino seguente il piccolo peloso è cresciuto ancora e pure quello dopo: nella tana di Otto ormai si sta stretti. Otto distribuisce volantini e parte per giorni in cerca della mamma di Piu (così sembra chiamarsi il pelosetto) che invece occupa il tempo prendendosi cura della tana, pulendola, addobbandola e preparando la minestra che tanto piace a Otto.
Otto rientra dopo giorni, sconsolato per la ricerca vana ma al suo ritorno trova una ciotola di zuppa calda che Piu ha preparato con tanto amore.
Lo scoiattolo però non sa che fare: Piu cresce di giorno in giorno e non c'è più spazio.
Cammina avanti e indietro sul ramo senza rendersi conto che la grande aquila dal cielo ha puntato proprio lui e si sta buttando a capofitto su Otto… Per fortuna ci pensa Piu a salvare la vita alla sua "mamma": i due decidono poi di rinnovare la casa e non ritrovarono mai la mamma del peloso..per fortuna!

Questo libro incentrato sul prendersi cura dell'altro affronta in modo intelligente e delicato il tema dell'adozione. Otto, abituato a badare solo a sé stesso e mai incuriosito da quello che gli capita intorno, cambia le sue abitudini quando arriva Piu: vuole trovare la sua vera mamma ma comunque lo accudisce, lo nutre, lo tiene al sicuro e lo mette in guardia dall'aquila.
Anche Piu si prende cura di Otto preparandogli una casa accogliente e un pasto caldo pronti per il suo ritorno dopo aver tanto vagato alla ricerca della sua mamma.
Una storia che parla di un amore nato dal caso ma che si trasforma in un legame per la vita accompagnata dalle belle illustrazioni dell'autrice ricchissime di dettagli e dal tocco delicato.

Una lettura consigliata!

Non sono tua madre
Marianne Dubuc
Edizioni Orecchio Acerbo
€ 18

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di homemademamma.com




mercoledì 3 giugno 2020

8 anni

3 giugno 2012 ore 5:58, il mio mondo cambia (sicuramente in meglio) e dopo 8 anni ancora non mi capacito che fra tutte le mamme al mondo tu abbia scelto proprio me.

Una volta mi hanno detto che sono i bambini a scegliere le mamme: non so se sia vero o se sia solo l'idea di qualche credo ma mi piace pensare che sia così.
E che tu, così empatico, curioso, intelligente e speciale abbia scelto questa mamma pasticciona che perde spesso la pazienza ma che ti ama più di ogni altra cosa al mondo.

Te lo ripeto sempre: non cambiare mai, resta il bambino gentile e affettuoso che sei, non temere di mostrare le tue emozioni e la tua vulnerabilità, diventa un uomo degno di questo nome.
Buon compleanno amore mio immenso!

venerdì 29 maggio 2020

C'è una tigre in giardino / Lizzy Stewart


Nora è a casa dalla nonna insieme alla sua inseparabile giraffa Jeff e, dopo aver usato tutti i giochi possibili, inizia ad annoiarsi.
La nonna le propone di uscire un po' in giardino che è frequentato da creature straordinarie: una tigre, libellule giganti, piante carnivore e persino un orso polare un po' scontroso. .
Nora è grande per credere a queste cose ma insieme a Jeff inizia il suo giro attraverso il giardino e, con sua grande sorpresa, una libellula gigante le passa proprio accanto al viso!
Forse è solo un caso ma poi una pianta afferra Jeff, dopo qualche passo incontrano l'orso polare scorbutico che sta pescando ed infine la tigre in carne ed ossa!
Fra Nora e la tigre nasce subito un'amicizia e dopo un discorso abbastanza surreale, Nora torna a casa della nonna proprio a cavallo della nuova amica. Ora non le resta che condividere la sua fantastica avventura con la nonna.


Questo albo è un inno alla fantasia e all'immaginazione che nei bambini non hanno limite!
La storia è davvero molto semplice e si basa sulla sconfinata fantasia di Nora che, indirizzata dalla nonna, crea una bellissima avventura nel giardino di casa dando una svolta al pomeriggio un po' noioso.
Il giardino rigoglioso fa da sfondo a questa storia con i suoi bei colori brillanti e i suoi abitanti fuori dal comune.

C'è una tigre in giardino
Lizzy Stewart
Edizioni Terre di Mezzo
€ 15

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

lunedì 18 maggio 2020

Pancake light


Pancake light


Durante  la quarantena, come tante altre persone costrette a casa, ho cucinato davvero l'impossibile.
Alcune cose mi sono uscite davvero bene altre meglio dimenticarle!
Su questo blog ho trovato la ricetta per i pancake light (e 100% vegan) che sono piaciuti subito anche a Tito così restio sia a provare cose nuove che a mangiare dolci.
Ormai abbiamo preso l'abitudine di mangiarli il sabato mattina, la condivido perchè oltre ad avere una preparazione super veloce è una bella alternativa per la solita colazione.

Ingredienti: 

150 gr di farina
50 gr zucchero
200 gr acqua
2 cucchiaini olio evo
1 pizzico di sale
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci

In una ciotola uniamo farina, zucchero, sale e lievito poi un pò alla volta uniamo acqua e olio  mescolando con una frusta a mano o con una forchetta e la pastella è già pronta!
Facciamo scaldare un padellino - il mio è molto piccolo, adatto per un uovo - e versiamo un po' di pastella. Se necessario prima ungiamo un po' il padellino.
Per capire quando è il momento di girare il pancake aspettiamo che sulla superficie compaiano le bollicine.
Con queste dosi si ottengono circa una decina di pancake.

A volte quando ho già utilizzato 2/3 della pastella aggiungo un po' di cacao amaro e mangio i pancake al cacao con la marmellata di lamponi… troppo buoni!!

lunedì 20 aprile 2020

Diy con i bambini: costruiamo l'abaco

Durante queste settimane di didattica a distanza, per affrontare il calcolo delle centinaia la maestra di Tito ha chiesto di costruire un piccolo abaco.
Lo condivido anche in questo spazio perchè è un passatempo da fare con i bambini per fare anche qualcosa di diverso da solito.
Il nostro abaco è davvero mignon e per farlo abbiamo usato:

*   1 tappo di sughero
*   3 stuzzicadenti
*   pastina forata tipo ditalini
*   colori a tempera verde, rosso e blu



Abbiamo colorato 9 pezzi di verde per le centinaia, 9 pezzi di rosso per le decine e 9 pezzi di blu per le unità e i relativi stuzzicadenti.
Per colorare la pasta più facilmente l'abbiamo infilata sullo stuzzicadenti e poi lasciata ad asciugare.
Nel frattempo abbiamo tagliato una parte di tappo per renderlo stabile e, una volta asciugato il colore non abbiamo dovuto far altro che infilzare gli stuzzicadenti nel tappo e infilarvi la pasta.
E l'abaco è subito fatto!

venerdì 10 aprile 2020

Coccabella / M.L. Banfi & G.De Conno

Per questa Pasqua un po' insolita voglio condividere con voi questa bella favola che sembra abbia avuto luogo la Pasqua dello scorso anno.


Coccabella è una gallina molto precisa e tutte le mattine depone il suo uovo ma non un uovo qualunque ma l'uovo perfetto e più bello di tutto il pollaio.
Dopo averlo deposto se ne va sempre in giro tutta impettita e soddisfatta attirando su di sé le invidie delle altre galline. Insomma, una gallina non proprio umile!
Una mattina mentre razzola per il prato scopre delle uova dietro un cespuglio: tre uova belle colorate deposte da....un coniglio???


Coccabella proprio non si spiega questo mistero e ci pensa e ripensa per tutta la notte.
La mattina seguente depone il suo uovo perfetto che, ahimè, non è bello come quello del coniglio.
Forse dipende dal cibo che mangiano i conigli, pensa Coccabella cominciando a mangiare carote con molta fatica. Ma nemmeno la nuova alimentazione le fa fare uova belle e colorate e questo la rende davvero molto triste.
Passano i giorni e la povera gallina non si dà pace finché decide di chiedere direttamente ai conigli il segreto delle loro uova. Scopre così che le bellissime uova altro non sono che le sue perfette uova decorate dalla mamma per la caccia alla uova pasquali.



Questo libro non nuovissimo (infatti è del 2003) è stata una piacevole scoperta, una bella storia pasquale con una morale semplice: accettiamo noi stessi e le nostre capacità senza paragonarci ad altri.
Le illustrazioni sono essenziali e molto espressive nei tipici colori primaverili.

Coccabella
Maria Luisa Banfi & Gianni De Conno
Edizioni Bohem
€ 12.50

Con questo suggerimento vi auguro Buona Pasqua!

lunedì 30 marzo 2020

I nostri trucchi anti-noia per giornate lunghe

Il virus, purtroppo, ha cambiato le nostre vite e le nostre abitudini e ci ha fatto rimpiangere ogni abitudine, anche la più semplice.
Abitando in Lombardia siamo stati fra i primi ad avere le restrizioni, Tito non va a scuola del 21 Febbraio e vi lascio immaginare che ormai trovare qualcosa di nuovo per riempire le sue giornate diventa difficile. Soprattutto se costretti a stare in casa tutto il giorno.
Da quando sono a casa dal lavoro (questa è la terza settimana) abbiamo inserito una sorta di routine quotidiana che presenta delle sfumature giornaliere in modo che i giorni non gli sembrino tutti uguali.
Noi facciamo così:

* Diversificazione dei compiti
I compiti vengono caricati sul registro elettronico nella seconda metà della settimana per la settimana successiva.
Per svolgerli ci atteniamo alle materie giornaliere che avrebbe in una normale settimana di scuola in modo da non fare una sola materia al giorno.

* Giochi in scatola e carte
Non potendo uscire abbiamo tirato fuori dall'armadio tutti i nostri giochi in scatola e ogni giorno ne estraiamo uno a sorte (uno la mattina prima dei compiti e uno al pomeriggio sempre prima dei compiti).
Abbiamo ripreso in mano anche le classiche carte da briscola oltre a quelle da Uno che Tito ama tanto e nei giorni in cui la temperatura lo permette ci sfidiamo sul balcone.
E devo dire che ha sempre una fortuna sfacciata!


* Attività fisica
Ci ritagliamo uno spazio quotidiano fra i compiti del pomeriggio e la merenda per fare un po' di allenamento: Tito pratica karate quindi a casa si può tranquillamente allenare ai suoi kata mentre io pratico un po' di yoga.


* Letture
La maestra di italiano ha chiesto ai bambini di leggere molto, ogni giorno mentre preparo il pranzo Tito legge un libro o una parte di libro in più riprese ai suoi peluche.
E un libro è sempre un'ottima compagnia, anche per gli adulti!


Avete qualche idea da consigliarmi?
Qualsiasi suggerimento è ben accetto in attesa di tornare alla vita di sempre e ad abbracciarci ancora.

lunedì 9 marzo 2020

I libri giurassici di Tito: Inventario illustrato dei dinosauri

Oggi voglio presentarvi un libro anzi di più: un regalo che abbiamo ricevuto partecipando come sempre a Regala un Libro per Natale.
Quest'anno Federica ci ha abbinato a una mamma di Roma, Silvia, e alla sua bambina Gaia.

Una volta scoperta la passione di Tito per i dinosauri, Silvia e Gaia hanno scelto questo bellissimo e super dettagliato albo.
Il libro è davvero interessante: diviso nelle varie ere ci illustra il periodo geologico e i dinosauri che lo popolavano attraverso belle tavole accompagnate da informazioni sulla tipologia del dinosauro, la famiglia di appartenenza e l'anno della scoperta.
Inoltre l'inventario vero e proprio è preceduto da una bella prefazione che include un'intervista ad una paleontologa che illustra il suo lavoro e gli studi da compiere per poter svolgere questa professione così particolare.


Ultima chicca del libro: la pagina prima dell'indice racchiude un elenco su musei e parchi a tema in Italia dove poter vedere i dinosauri.
Direi che a questo libro non manca proprio niente e confermo che per il mio Tito è stato un regalo davvero super gradito! Grazie ancora a Silvia e Gaia per l'ottima scelta!

Inventario illustrato dei dinosauri
Virginie Aladjidi, Emmanuelle Tchoukriel
Edizioni L'ippocampo ragazzi


venerdì 14 febbraio 2020

Idea easy per carnevale: La regina di cuori

Quest'anno ho deciso di fare le cose per bene e di prendermi un bel vestito per carnevale che poi ho personalizzato ma lo scorso anno ho pensato di truccarmi da Regina di Cuori.



Niente di troppo impegnativo, ho fatto un cappellino con in pannolenci e ho un po' scimmiottato il trucco che vedete qui sotto:


Il cappellino è molto semplice da realizzare, ecco cosa è servito:
*  pannolenci bianco e rosso
*  cartoncino
*  elastico rosso

Il cartoncino serve a dare un po' di sostegno e deve essere tagliato in misura leggermente inferiore a quella del pannolenci.
Ho tagliato le sagome di 4 carte (4 assi di cuori) e quella del cerchio e assemblato in questo modo: pannolenci rosso + cartoncino + pannolenci bianco.
Ho cucito le carte da gioco a macchina e le ho unite fra loro, la base invece l'ho poi rifinita a mano.
Ho preso la misura della testa per l'elastico, l'ho cucito a misura e fissato sulla base.
Per tenerlo ben fermo una volta indossato ho usato delle semplici mollette per capelli in modo che non scivolasse dalla testa.

E' un'idea veloce se avete voglia di "mettervi in maschera" senza esagerare troppo!


venerdì 31 gennaio 2020

Un gioco / Hervé Tullet

Qualche mese fa vi avevo fatto conoscere Un libro di questo autore: un libro diverso dai soliti capace di coinvolgere il lettore in prima persona.


Anche questo libro chiamato Un gioco segue la stessa semplice e al tempo stesso accattivante modalità: un pallino giallo si sta annoiando e chiede al piccolo lettore di giocare con lui.
Unica regola seguire le indicazioni del pallino giallo: appoggiandoci un dito sopra e seguendo la linea disegnata, pagina dopo pagina il pallino giallo compie giri sulle giostre divertendosi un mondo, gioca a nascondino, sale gradini al buio, scompare per poi riappare qualche pagina dopo, supera ostacoli e tutto questo solo grazie al bambino che lo fa muovere.

Un libro capace di stimolare la fantasia, di coinvolgere e di rendere la lettura davvero speciale!
Il lettore ha un ruolo fondamentale che lo rende protagonista tanto quanto il pallino giallo.

Consigliato anche per i più piccoli.

Un gioco
Hervé Tullet
Edizioni Franco Cosimo Panini
€ 12

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

venerdì 17 gennaio 2020

Maurice il mostro gentile / Amy Dixon

Per questo primo suggerimento di lettura del 2020 vorrei farvi conoscere Maurice, un mostro diverso da tutti gli altri mostri.
Infatti ha una voce melodiosa, mangia cibi sani e biologici ed è stranamente molto fotogenico.


I suoi genitori però non sono molto felici di queste sue doti: i mostri in fondo ringhiamo e distruggono, non sono affetto gentili!
Per questo lo iscrivono all'Abominevole Accademia per mostri cattivi.
Essere aggressivo, brutto e minaccioso non è nella sua indole ma Maurice non vuole nemmeno essere un fallimento.
All'Accademia però non va molto bene: Maurice è troppo pulito, gentile (persino vegetariano!), il suo ruggito è piacevole ed è troppo leggiadro per essere un mostro...insomma un vero e proprio disastro.
Sconsolato, pensa che l'Accademia non sia il posto adatto a lui.
Ma ecco che un giorno un piccolo cane bianco porta scompiglio in classe e spaventa a morte tutti i mostri che non sanno come comportarsi. Tutti tranne Maurice che con voce dolce si avvicina alla bestiola conquistandola con una frittella alle erbette.
Ora è una specie di eroe e i compagni vogliono imparare questo suo magico potere: in fondo Maurice non è come gli altri mostri. Per fortuna!


La storia di Maurice è una storia di accettazione ..al rovescio: troppo gentile per essere un mostro, troppo educato rispetto agli altri mostri. Talmente educato che anche la sua mamma gli dice che deve imparare ad essere meno gentile.
Lui ci prova ad essere come gli altri mostri ma per fortuna la sua indole e il suo essere hanno la meglio e finalmente anche gli altri riescono a comprenderlo e a voler essere in qualche modo uguali a lui. Una bella storia con un bel finale, con illustrazioni divertenti che ben evidenziano il divario fra Maurice e i suoi compagni di scuola, un libro che vi consiglio!

Maurice il mostro gentile
Amy Dixon illustrato da Karl James Mountford
Edizioni Sassi junior
€ 13,90

Con questo post partecipo al Venerdì del libro di HomeMadeMamma
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...